Un pezzo di Russia a Milano: i blinis

Li conoscete i blinis?Io non li conoscevo, li ho assaggiati per la prima volta a casa della mia amica Claris, una maga dei fornelli.Per l’occasione li aveva preparati lei con le sue manine, ma per chi e’ pigro come me, puo’ trovarli da Dacia in Via Caretta 3 a Milano (zona Loreto).Ma cosa sono i blinis? Con che cosa si accompagnano?

Sono le tipiche frittelline russe e ssomigliano a piccole crepes lievitate. Fatti con una pastella semiliquida composta da farina, latte, sale, uova, un pizzico di zucchero e una miscela lievitante ottenuta con bicarbonato di sodio e un goccio di aceto, i blinis sono lo scrigno ideale per contenere salmone o caviale. Io infatti li ho mangiati con il salmone.

Cotti per pochi minuti su una piastra unta con poco burro, sono l’involucro di ripieni a base di carne trita conditi con sale e pepe. Arrotolati su stessi vengono poi surgelati in confezioni da un chilogrammo e venduti nel negozio di specialità russe Dacia a 7,50 euro. A casa è sufficiente scartarli e farli scaldare per breve tempo in forno o su una padella antiaderente. Ideali per accompagnare un aperitivo, si possono intingere nella panna acida.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *