Moleskine Mania

Negli ultimi anni il taccuino Moleskine è diventato un vero e proprio trend.  Ogni business man o woman che si rispetti ne possiede una e la sfodera prontamente per prendere appunti durante i propri incontri di lavoro o, perché no, anche negli eventi più strettamente legati alla vita privata.

Com’è possibile che nell’era dei palmari, dei notebook dei tablets e degli smartphone, un semplicissimoquadernino con copertina di pelle nera e fogli un po’ ingialliti possa avere tanto successo?

Forse la popolarità della Moleskine, oltre che ad un’efficientissima campagna marketing, sta anche nella sua storia.  Nata come il taccuino degli artisti e degli intellettuali dell’Europa degli ultimi due secoli, è stata compagna di viaggio di personaggi storici quali Van Gogh, Picasso, Hemingway, ecc…  Questo quadernino ha custodito nel tempo innumerevoli schizzi, appunti, storie prima che diventassero opere d’arte e pagine di libri famosi.

Inizialmente la Moleskine veniva prodotta da piccole manifatture Francesi che rifornivano direttamente le cartolerie parigine, dalle quali si servivano personaggi facoltosi e di rilevanza storica ed internazionale.  Alla fine del XVIIII secolo, il famoso taccuino nero divenne introvabile a causa della scomparsa dell’ultimo produttore rimasto, un’azienda a conduzione familiare di Tours.

“Le vrai Moleskine n’est plus” (La vera Moleskine non esiste più):  queste le parole storiche citate dalla cartoleria di Rue de l’Ancienne Comédie dove si riforniva Chatwin.  Pare che lo scrittore ne avesse addirittura ordinate 100 prima di partire per l’Australia, comprando quindi tutti i Moleskine che riuscì a trovare …

Moleskine è finalmente tornata nel 1998 grazie anche alla complicità di un piccolo editore Milanese e, dopo qualche anno di “ambientamento”, ha ricominciato a passare da una borsa all’altra accompagnando, con i suoi differenti modelli (agenda, blocknotes a righe e quadretti, rubrica, planner,  e i nuovissimi travel journal e baby journal), i mestieri creativi, gli uomini di business e l’immaginario di quanti abbiano necessità di tenere con se i propri appunti, i ricordi e le proprie emozioni.

Tutte le versioni del taccuino Moleskinesi possono acquistare a prezzi non proprio contenuti presso i maggiori rivenditori di articoli di cartoleria e le maggiori librerie quali ad esempio la Feltrinelli.  Il costo di un taccuino a righe o quadretti in formato large si aggira intorno ai 15€, quello di un agenda giornaliera intorno ai 18-19€.

E’ anche possibile rifornirsi on-linepresso lo store ufficiale Moleskine (http: //store.moleskine.com) o accedendo al sito IBS – Internet Bookshop Italia(www. ibs.it) dove, in alcuni casi, sono previsti anche degli sconti del 10%.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *