Dmagazine outlet

Le ultimissime novità dal pianeta moda suggeriscono colori fluo, tessuti luminosi e stampe pop-rock. Il must have tra gli accessori è la clutch dagli accostamenti di colore azzardati (come fucsia ed arancio).

Gli occhiali da sole abbandonano fronzoli e decorazioni luccicanti a favore di linee geometriche e futuristiche. La lingerie rispolvera lo stile navy così come i costumi da bagno.

Tutto questo, e molto altro ancora, si può scovare, armati di pazienza, nei tre fornitissimi outlet Dmagazine di Milano. Si tratta di store enormi che contengono centinaia di capi delle griffe blasonate: si va da Dolce e Gabbana ad Armani, da Kenzo a Dior, da Stuart Weitzman a Prada passando per Burberry e Versace.

Un vero e proprio paradiso per fashion addicted. Certo i prezzi non sono proprio da outlet, ma gli sconti vanno dal 40% al 90% e con un po’ di fortuna ci si può imbattere nell’affarone.

Il Dmagazine di via Forcella, aperto nel 2004, accontenta i modaioli più raffinati ed esigenti: vastissima soprattutto la scelta di calzature (dove troverete i sandali col tacco squadrato e le decolletéè open toe) e quella del reparto uomo, in cui spiccano le giacche di D&G e gli abiti di Gucci.

In quello di via Manzoni è particolarmente difficile fare un buon affare se non avete una taglia “da modella”: la maggior parte dei capi è una 38, le scarpe sono soprattutto misura 41.

Punta di diamante della catena è il negozio di via Bigli (la cui seconda entrata è in via Montenapoleone): 170 mq ricoperti di accessori, abiti e scarpe delle collezioni dell’anno precedente. Il migliore, il più fornito.

La pecca che però accomuna i tre negozi è la mancanza di una divisione logica tra i reparti che rende “difficile” lo shopping. L’aspetto positivo è che i commessi lasciano piena libertà di girare con calma. E poi il ricambio è giornaliero, quindi val sempre la pena far un salto in un outlet Dmagazine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *