feed

Idee, considerazioni e suggestioni…

costumi-bagnoDal rosa al blu, i costumi da bagno 2015 saranno caratterizzati da stampe floreali stile vintage. Ecco quali sono i nuovi modelli estate 2015 che lasciano ampio spazio agli accessori.

Si consolida lo stile anni ’50 che già lo scorso anno aveva iniziato a prendere piede per i costumi da bagno a due pezzi: slip a vita alta perfetti per chi ha forme generose da enfatizzare e per chi deve nascondere qualche chilo di troppo. Continua a leggere: Costumi da bagno 2015: le nuove tendenze

costume-interoI costumi da bagno interi sono un vero e proprio evergreen.

Da sempre i costumi da bagno interi sono una valida alternativa al bikini. Una volta veniva scelto soprattutto da chi provava una certa vergogna ad indossare dei costumi da bagno poco coprenti.
Oggi invece, è proposta una linea di costumi interi davvero molto originale e, al tempo stesso, sia elegante e sfiziosa che estremamente femminile e ricca di particolari che ne fanno la differenza.
I costumi da bagno estate 2015 portano in passerella una grande quantità di modelli, dal più castigato al più provocante, con meravigliose applicazioni, scintillanti e che ne valorizzano lo stile. Continua a leggere: Costumi interi ritornano nella moda estate 2015

modelle anoressicheIl governo francese intenzionato a colpire le agenzie che mandano in passerella modelle troppo magre.

Duro colpo quello che la Francia si appresta ad assestare all’anoressia, almeno per quel che riguarda le passerelle: infatti sono in arrivo severe misure per tutte le agenzie che si ostineranno a proporre modelle con un peso inferiore a quello forma. Continua a leggere: Francia: niente più modelle anoressiche sulle passerelle

dundasRoberto Cavalli presenta un nuovo Direttore Creativo, Peter Dundas.
In realtà non é una nuova conoscenza per il Gruppo Cavalli, infatti aveva già collaborato con Eva e Roberto Cavalli in passato ma porterà comunque una ventata di freschezza e novità come é nel suo stile.

Dopo un’esperienza di 7 anni da Pucci,e varie collaborazioni con personaggi del calibro di Jean Paul Gaultier, Ungaro, Revillon, Lacroix eccolo di nuovo a casa Cavalli. Continua a leggere: Peter Dundas nuovo direttore creativo di Cavalli

Stella-McCartneyLe t-shirt della salvezza

Tramite Draw me to safety Stella McCartney vuole sicuramente dare importanza ed aprire uno spiraglio ai bambini che si trovano a vivere in situazioni disagiate. Un’opera benefica che vuole coinvolgere il mondo della moda e non solo, ma che vuole anche avvicinare le mamme di tutto il mondo, provocando emozioni e riflessioni. Per questo la capsule è indirizzata prettamente a figli e madri. Le stampe delle maglie sono state disegnate dai bambini stessi. Certamente Draw me to safety è un progetto pieno di valori positivi, ma che non distoglie affatto l’interesse verso il lato economico.

La special guest: Angeline Jolie

La famosa attrice, moglie di Brad Pitt, Angeline Jolie è sicuramente la testimonial principale di Draw me to safety. Ha da subito abbracciato l’idea e l’ha sostenuta come è solita fare in campo umanitario. Conosciamo già l’amore che Angelina ha verso i bambini e l’uguaglianza nel mondo. E dopo aver visitato il Papa a Roma, sembra che la Jolie abbia avuto problemi in casa con un incendio improvviso.

Moda e sostegno umanitario sono ormai paralleli

Il mondo fashion si avvicina sempre di più a quello umanitario. Un altro esempio è il progetto “Una culla per la vita” di Mimisol e la comunità di San Patrignano, dove il ricavato delle culle vendute sarà donato per la tutela della salute dei bambini del Myanmar, in ex Birmania. Sicuramente il mondo della moda è così vasto che ha l’obbligo di doversi occupare anche di problemi umanitari, sopratutto quando si tratta di bambini. Forse il cosidetto fashion concept futuro abbraccierà maggiormente i problemi umanitari mondiali.